Benvenuto via Leucadense

via Leucadense

La via Leucadense volge verso l’estremo Sud, per raggiungere la Basilica Santuario di Santa Maria di Leuca, “de Finibus Terrae”, dedicato alla Vergine Assunta in Cielo. Il percorso prevede otto giornate di cammino, per circa 128 Km.

In ogni tempo, un numero imponente di pellegrini si è spinto fino a qui, lungo antiche “vie di perdonanza”, per concludere i lunghi viaggi mariani che muovevano dalla Francia sulle tracce dei pellegrini penitenti.

L’itinerario da Brindisi verso Leuca è segnato da cripte e cappelle votive dedicate alla Madonna e che conservano memorie greche, bizantine e latine: Santa Maria del Casale, Santa Maria a Cerrate, Santa Maria d’Aurio, Madonna della Giuggiola, Madonna della Neve, Madonna degli Angeli, Santa Maria di Coelimanna, Madonna della Serra, Madonna della Scala, Santa Maria del Belvedere e Madonna della Nova.

Un’opera di grande importanza è il complesso monumentale di Santa Maria di Leuca del Belvedere, a Barbarano, comunemente noto come “Leuca Piccola”, meta ininterrotta di pellegrinaggi che costituiva l’ultima tappa prima di arrivare al Santuario “de Finibus Terrae”: a partire dal Settecento, quando l’opera fu terminata, il luogo era in grado di offrire ospitalità ai viandanti che potevano ristorarsi mangiando, bevendo e dormendo, prima di riprendere il cammino.
Oggi è il punto di incrocio delle tre direttrici dei Cammini di Leuca, oltre a presentarsi come un luogo di grande fascino, da annoverare tra quelli in cui vivere le esperienze più significative del Cammino.